//
stai leggendo...
2014, Film, Recensione

Predestination

Sono giorni che cerco un giusto approccio per poter scrivere di questo film. Si potrebbe avanzare per una specie di autointervista:
Genere di film? – Thriller fantascientifico.
Tema principale? – Viaggi nel tempo, paradossi temporali e le cause di intervenire sul flusso infinito del tempo.
Banale? – Forse sì, forse no.
Qualità? – Apparente serie B, ma meriterebbe la serie A.
Punto forte? – Aspira al VERO CINEMA.

Il mio debole per Ethan Hawke qui esplode in lacrime di diamanti. Non tanto per la bravura, dato che è bravo come un qualunque altro attore che merita di essere al cinema e di avere un nome di peso, ma per la sua capacità di scegliere i copioni. Ok, alcune volte cade in banalità/trash pazzesche (vedi Getaway – Via di fuga), ma negli ultimi anni ha messo a segno bei colpi nel mondo del cinema a basso budget (Sinister – La notte del giudizio – Boyhood – Trilogia dei Before), riuscendo sempre ad alternare il suo lavoro tra film indipendenti e grandi produzioni hollywoodiane e Predestination rientra perfettamente in questo filone di piccoli film che hanno la forza di una scrittura serrata, forte, brillante.

Strizzando l’occhio a TimeCop, il film ne segue la trama (agenti che viaggiano nel tempo per fermare terroristi prima che possano eseguire i loro piani di distruzione) ma ha una qualità molto più sobria e personaggi più carismatici e importanti. Il tutto gestito tramite soli tre attori, Predestination è quel film che fa della fantascienza solo una cornice per raccontare altro, una storia, uomini e donne a lottare con il proprio presente, ormai oscuro e in bilico a causa di un odio che si portano dietro dal passato e come si dice più volte nel film “e se ti mettessi davanti l’uomo che ti ha rovinato, con la promessa di poterla fare franca, lo uccideresti?”. Michael e Peter Spierig, registi e sceneggiatori di questo film, hanno più a cuore la messa in scena, piuttosto che mostrare inutili effetti speciali o virtuosismi registici, atti a nascondere qualche paradosso o errore di sceneggiatura (ricordate Looper? Bel film, ma occasione sprecata). Non che questo film ne sia esente, anzi, ci sono almeno due errori/paradossi temporali che ancora non riesco a spiegarmi, ma tutto questo è avvenuto a fine visione. Perchè? Perchè la messa in scena dei fratelli Spierig riesce ad essere credibile, creando, nonostante il tema già visto e rivisto, qualcosa di nuovo. Il film ha quel sapore retrò, accogliente, che è da tanto che non trovavo in altre pellicole. Ci sono i viaggi nel tempo e relativi paradossi, ma sono di contorno dato che sui classici 90 minuti di film, una buona ora, siamo presi ad ascoltare la storia che servirà per capire tutti gli avvenimenti successivi. I viaggi del tempo si esistono, ma non bisognerà aspettare il 2765, anzi, il viaggio nel tempo è stato inventato a metà anni ’80 e agenti specializzati viaggiano per evitare catastrofi di terroristi o per riparare ad alcuni eventi, ma il classico cerchio è inevitabile “come un serpente che si mode continuamente la coda”.

Se masticate tanto di cinema e specialmente di genere fantascientifico e ancor di più, del genere dei viaggi nel tempo, già dopo una quarantina di minuti potreste capire il finale, come è capitato a me, ma è impossibile non lasciarsi trascinare dalla bellezza di alcune scene e di alcune scelte. Originale il modo per viaggiare nel tempo, che rimane totalmente anonimo, ma riusciamo a lasciar perdere, perchè in fondo, non è quello che ci importa, ma sapere come andrà a finire il film e capire tutti i collegamenti.
Tra Memento e TimeCop, Predestination è un film talmente bello che non arriverà mai in Italia.
Infatti.
Recuperatelo in lingua originale.

Voto finale: 7,5/10

Annunci

Discussione

Trackback/Pingback

  1. Pingback: Reminder: Predestination | Il capitano è fuori a pranzo - luglio 2, 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Articoli più letti

Archivio

Lettori

  • 8,216
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: