Dragon Trainer 2

Articolo pubblicato su OverNewsMagazine.com
Da pochi giorni al cinema, il secondo capitolo della serie di film d’animazione dedicati alla strana convivenza tra draghi e vichinghi, Dragon Trainer 2.

Sono passati cinque anni da quando i draghi ora convivono in pace e non più in guerra, con gli umani. Hiccup, giovane figlio del capo vichingo Stoick, ora ha venti anni e si divide tra i suoi compiti nella città, le sue sessioni di volo con Sdentato, la furia buia da cui ormai è inseparabile e la sua relazione con Astrid. Ma la pace finisce quando un uomo, Drago Bludvist, sta rendendo tantissimi draghi schiavi per controllarli e condurli in una furiosa battaglia contro il drago Alpa, un enorme drago a cui tutti gli altri draghi del mondo portano rispetto e necessariamente, rispondono ai suoi comandi. Hiccup con Sdentato andranno a cercare l’Alpa per proteggerlo e scopriranno che il drago è già sotto la protezione, da circa venti anni, da una donna, che si rivelerà essere, la madre di Hiccup. Tutto questo mentre anche Drago Bludvist scopre il nascondiglio dell’Alpa e si avvia per distruggerlo.

Secondo capitolo di queste avventure nordiche. Premettiamo dicendo che ho trovato veramente magnifico il primo Dragon Trainer, nonostante i film della Dreamworks Animation non mi abbiano mai convinto del tutto (forse Il Principe d’Egitto è l’unico che si salva), ma questa storia di draghi e umani, gestita con un equilibrio così delicato e funzionale e una strana scintilla di calore che trasmetteva, mi aveva totalmente rapito. Era il 2010 ed ero rimasto affascinato da un film che, anche a livello di boxoffice, aveva avuto una risposta grandissima.
La Dreamworks Animation, forse capito che questo era un prodotto dalle potenzialità alte, decide di mettere il freno e ci fa aspettare quattro anni prima di darci un sequel. Considerato che alcuni sequel al giorno d’oggi ce li sparano uno ogni due anni, aspettare quattro anni è una scelta coraggiosa, ma questo fa bene alla pellicola, perchè oltre al team di sviluppo, anche i nostri protagonisti sono cresciuti, ed è il tempo a raccontare queste storie. Anzi, il tempo è proprio l’elemento importante nel film.
C’è il tempo che Hiccup passa con Sdentato e Astrid, i suoi momenti migliori, ma anche il tempo che deve passare in città è importante, perchè il padre ha deciso di lasciargli il posto come capo del villaggio, ma lui non si sente pronto.
C’è il tempo che Stoick ha passato pensando che poteva fermare Drago Bludvist anni e anni prima, per porre fine subito alla sua pazzia.
C’è il tempo che Valka, la madre di Hiccup e moglie di Stoick, ha passato lontana della famiglia, timorosa nel sapere se potrà essere accettata di nuovo.
E in questo turbine di eventi, per non fare spoiler, la morte di un personaggio importantissimo, porterà Hiccup al suo destino, a diventare il vichingo forte e onesto che è sempre stato e a farsi riconoscere nuovamente da tutti e ottenere il suo posto nel mondo, per lui e per Sdentato.

Dragon Trainer 2 è un film che supera le aspettative ed è addirittura più bello del primo. La scintilla che c’era nel primo capitolo è esplosa e ora è una fiamma ardente che aspetta solo di invaderci.

Voto finale: 8,5/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: