22 Jump Street

Articolo pubblicato su OverNewsMagazine.com

Dopo il primo, fortunatissimo e divertentissimo, capitolo 21 Jump Street, torna al cinema la strana coppia di agenti di polizia sotto copertura Jonah Hill e Channing Tatum nel diretto seguito, 22 Jump Street

Dopo l’ennesimo caso finito male, i nostri due agenti di polizia, dai tratti giovani, sono nuovamente inviati nelle divisione Jump Street. Purtroppo la chiesa dove facevano base è stata rivendicata, quindi la divisione si è dovuta spostare dall’altro lato della strada, al 22 Jump Street. La missione è semplice: i nostri due agenti dovranno andare sotto copertura al college per trovare e fermare chi spaccia una nuova droga, capace di donarti, dopo l’assunzione, quattro ore intense di studio e concentrazione, ma terrificanti effetti collaterali dopo, che in caso estremi, possono portare alla morte. L’incremento delle vittime, portano i nostri due partner ad indagare.

Nonostante il cast tecnico è lo stesso del primo film, la paura di fare un prodotto ripetitivo o poco divertente, era altissimo e, nonostante i primi minuti siamo brillanti, ecco che si ha subito un senso di deja vù: scuola, droga mortale, “dobbiamo fare come per la missione precedente”.
22 Jump Street mi aveva (attenzione, AVEVA) deluso profondamente, tutta la prima parte del film si svolgeva esattamente come il primo film, situazioni simili, magari a parti invertite ma erano gag e battute già viste e sentite. Nella mia mente ha fatto breccia Una notte da leoni 2, secondo capitolo della famosa saga del Branco, che aveva trovato nel secondo capitolo una ripetività estrema, ma nascosta bene, ma qui tutto era troppo palese, che sia l’avanzamento dell’indagine che il rapporto con altri studenti che lo stesso rapporto tra i due amici/partner. Tra una risata ed un’altra il film avanza, finchè, il genio.
Quando si trovano con le spalle al muro, con nessun indizione tra le mani e nessuna pista da seguire, i nostri eroi si rendono conto di aver sbagliato, in quanto loro si stanno muovendo come si sono mossi nella missione precedente, quindi evolvono: l’unico indizio, ricevuto dal capo della sezione Jump Street, si rivela un falso indizio, quindi come loro, anche il film evolve, prende improvvisamente una strada diversa, che regala gag fresche e divertenti, un uso maggiore del capo della Jump Street che funziona incredibilmente bene, ampliando il raggio narrativo e di spazio d’azione.

Ora la narrazione evolve, come i nostri due partner, che si troveranno faccia a faccia ad affrontare nuovamente i loro legami di amicizia. Si arriverà a decisioni drastiche che porteranno alla consapevolezza che uno senza l’altro, non riescono a fare molto.
E’ quel split screen che vediamo sempre in questo film, che loro cercano di togliere, di incontrarsi nel mezzo e annullare quella linea nera per far combaciare le sue scene e incontrarsi, perchè come è la loro forza, lo è anche per noi nel vedere questa strana e esplosiva coppia sullo schermo.
Citazioni cinematografiche (per alcuni versi, ha delle inclinazioni metacinematografiche molto interessanti) divertentissime e funzionali sia a livello narrativo che nella riuscita delle gag. Oltre ad essere un film riuscito e forse anche superiore al primo, 22 Jump Street si prende gioco di noi nella prima parte, per poi rivelarsi per ciò che è, un prodotto divertentissimo, sulla stessa linea del primo capitolo con i registi Phil Lord e Christopher Miller oramai sempre più lanciati verso questo modo di fare commedia, forse troppo infantile, troppo volgare, ma sicuramente fresca e divertente.
Rimanete seduti fino ai divertentissimi titoli di coda con un cameo (almeno per me) piacevolissimo.

Attenzione. Al civico 23 di Jump Street ci sono lavori in corso…

Voto finale: 7/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: