//
stai leggendo...
2014

La stirpe del male

 Da oggi nei cinema italiani, La stirpe del male.
Horror in presa diretta montato in Found footage.

La base dell’eterna lotta tra il bene e il male è sempre stata la radice di molti film, come della stessa industria cinematografica. Con gli anni abbiamo assistito ad ogni genere di sfumatura di questo contrasto e non manca certo lo scontro tra le forza del male, Satanismo o riti magici.
Ecco che, nell’Apocalisse e nell’Anticristo, La stirpe del male, trova la sua dimensione e crea il suo prodotto: una coppia fresca di matrimonio, si recano in viaggio di nozze nella Repubblica Dominicana. Al loro ritorno, scopriranno di aspettare un figlio, ma questo ‘dono’, non è stato del tutto naturale e una sinistra setta, che millenni prima ha tentato di distruggere la Chiesa, è tornata per creare un’esercito per l’arrivo della fine del mondo.
Nulla di nuovo all’orizzonte. Anzi possiamo aggiungere, che se esiste un Dio, allora ci salvi da questi film poveri e tutti uguali.
Da quando Oren Peli e il suo Paranormal Activity hanno rivoluzionato il mondo della cinematografia (in senso di budget e incassi, perché la critica non è mai stata clemente con questo franchise, giustamente aggiungerei), presentando un horror soprannaturale montato con la tecnica del found footage, con una strizzata d’occhio al ‘genere’ mockumentary, gli horror, genere cinematografico che per storia e realizzazione, non ha mai bisogno di budget alti, ha riversato tutte le sue idee nella realizzazione, prima dei diversi sequel di Paranormal Activity, per poi riempire gli schermi cinematografici mondiali di tanti soggetti, magari qualcuno anche interessante, ma decisamente troppo uguali, ognuno clone del predecessore, tanto da far scordare un horror degno di questo genere. O almeno l’unico che ricordo bello era [Rec], ma è datato 2007 ed è una produzione spagnola. Sarà forse questo il motivo della sua bellezza?

La narrazione di questo film già la conosciamo: sciocchezze iniziali per far vedere la famiglia felice, la parte centrale condita da stranezze e misteri che crescono piano piano, fino ad arrivare al finale, in particolare in questa pellicola, più simile ad un videogioco che a un prodotto cinematografico.
Gli espedienti narrativi sono già visti e il ‘disturbo’ della visione, nasce solo da una personalità di un protagonista che viene a mutare col tempo, come per esempio, la ragazza che ha in grembo l’anticristo (lui o uno dei tanti? Uno dei quesiti accennati ma non spiegati), convinta vegetariana che improvvisamente comincerà a consumare carne animale cruda, in preda a qualche stato di trance o simili.

Diciamo che resta ancora da capire perché una persona sana di testa, debba continuamente andare in giro con una videocamera a registrare tutto quello che succede durante la giornata, ma giustamente, non ci sarebbe un film, senza queste piccolezze.
Il finale, con un joypad in mano, avrebbe avuto più senso.Atmosfere che richiamano prodotti come Silent Hill o Resident Evil, restituiscono forse un po di adrenalina, ma non necessaria per far ricordare il prodotto.
Ci accorgiamo, infine, di come questi film non vengano più realizzati per rimanere all’interno di quei 90 minuti. L’aria che si respira è di un possibile sequel, per continuare la storia.
Speriamo di no.
Non tutto da buttare, ma non c’è veramente nulla di nuovo in questa serie di film horror tutti uguali e prevedibili. Film ideale per un sabato sera adolescenziale.

Voto finale: 5/10

Annunci

Discussione

3 pensieri su “La stirpe del male

  1. Insomma, come dici tu, niente di nuovo.

    Pubblicato da russell1981 | maggio 8, 2014, 1:52 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Articoli più letti

Archivio

Lettori

  • 8,215
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: