//
stai leggendo...
2014, Film, Recensione

Nymphomaniac – Volume I

L’ultimo e come previsto, criticatissimo, film di Lars Von Trier è uscito anche in Italia.
Articolo pubblicato su OverNewsMagazine.com

Prima di procedere, una precisazione: nelle prossime righe si analizzerà quello che è il Volume 1 di questa opera. Ricordiamo che Nymphomaniac nasce come opera singola della durata di circa quattro ore (cinque nella versione estesa) e per esigenze (o censure) di distribuzione, si è deciso di ‘tagliarlo’ in due parti e almeno in Italia, portarlo nelle sale con un ponte, tra il primo e il secondo volume, di un paio di settimane (il Volume 2 uscirà il 24/04/2014, mentre il Volume 1 è uscito il 03/04/2012).

Sulla carta e, sul titolo, la trama è abbastanza semplice e banale: Joe (Charlotte Gainsbourg) viene trovata a terra, ferita, da Seligman (Stellan Skarsgard) e portata, accolta e curata a casa di quest’ultimo. Qui inizierà un racconto da parte di Joe, della sua patologia, autodiagnosticata, di ninfomane, raccontando la sua storia, da quando era bambina, fino ad oggi.

Concepito come ultimo capitolo, della Trilogia della Depressione (iniziato con il discutibilissimo Antichrist e proseguito con il suggestivo Melancholia) Lars Von Trier riesce a confezionare ancora un prodotto fatto di vero cinema, che non raggiunge le giuste vette per essere considerato un ‘capolavoro’, ma sicuramente si parla di livelli molto alti.

Sfatiamo subito un tabù: il sesso in questo film è presente, ma non è ossessivo. Il sesso è soltanto il motore per veicolare tutto il resto della trama, che si basa sul racconto delle esperienze, del disagio della protagonista e della stessa ricerca di un lato affettivo, un amore, avuto e vissuto da bambina, ma perso con il tempo, ma nel cinema di Von Trier, non c’è spazio per i sentimenti, ma solo per l’inferno personale di ognuno di noi.
Infatti lo stesso regista, si trova vicino la protagonista, la capisce e la giustifica.

Il racconto tra Joe e Seligman avviene nella descrizione rozza e fisica di Joe e nella ricerca di un idillio estetico o artistico da parte di Seligman con raffinate metafore sulla pesca.

L’amo. Il pesce che abbocca. I posti migliori dove pescare.

Joe è la protagonista di tali metafore e davanti la “ricerca del sesso” lei non si ritrova, perché lei vuole solo una cosa “volevo scopare”.

Quindi ecco che Seligman potrebbe essere una versione iconica dello stesso Von Trier: accompagnare e far vedere questa storia, questa patologia, come qualche di naturale, come una grande fabbrica che segue la sua catena di montaggio, senza mai fermarsi, descrivendoci ogni atto, ma con un lato artistico, tra quadri, metafore e Bach.

Tecnicamente ottimo, cada in qualche punto, con battute abbastanza banali oppure con scelte che non vengono giustificate benissimo; puoi avere un’idea sul perché una persona abbia voluto agire così, ma in alcuni punti, personaggi che ci vengono presentati come fermi nelle loro convinzioni, cambiano atteggiamento tra una scena ed un’altra e il tutto non viene mai spiegato lasciando, a noi pignoli, un piccolo senso di smarrimento.

 

Lode comunque al grande cast, alla realizzazione finale (il film è costato ‘solo’ 9 milioni di dollari) e un grandissimo inchino ad Uma Thurman. Il suo ruolo, un monologo feroce, cattivo, cinico, isterico, vale il prezzo del biglietto. Quando si dice, recitazione pura. Applausi, circa dieci minuti, intensi, fino all’ultimo secondo.

 

Voto finale: 7,5/10

 

Ripetiamo, il voto è assegnato a questa prima parte del film. Vi diremo la nostra anche sul Volume 2 e da lì tireremo le somme di tutto questo viaggio infernale.

Annunci

Discussione

4 pensieri su “Nymphomaniac – Volume I

  1. Ciao..sono un tuo frequentatore del canale, apprezzo il tuo modo di esporre come qualcun altro. Posso chiederti se ci possiamo scambiare contatto skype? Rispondimi a questa mail per piacere..ciaooo

    Pubblicato da Jack | aprile 15, 2014, 7:17 pm

Trackback/Pingback

  1. Pingback: Nymphomaniac – Volume II | Il capitano è fuori a pranzo - maggio 8, 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Articoli più letti

Archivio

Lettori

  • 8,215
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: