Capitan Harlock 3D

Tutti almeno una volta, da piccoli, abbiamo sognato di salire a bordo dell’Arcadia, l’indistruttibile nave spaziale, per viaggiare nei luoghi inesplorati dello spazio, insieme al suo capitano, Harlock.


I viaggi dell’Arcadia e del suo capitano si spostano sul grande schermo, non esenti da critiche.

Partiamo da alcuni presupposti, sono sempre stato un grande fan del personaggio: Harlock insieme ad altri tre o quattro eroi, erano i più seguiti da me nelle loro avventure in televisione nelle rispettive serie animate e guardando dietro, parliamo di quasi venti anni fa.
Questa era la paura più grande, come portare un personaggio che funzionava benissimo decenni fa, ai giorni nostri? La risposta è Capitan Harlock 3D.
Le critiche maggiori arrivano da vecchi fan come me, per il ruolo non centrale del capitano, cosa vera, in quanto Harlock viene messo in secondo piano (ma non troppo), inserito in un alone di misticismo, dark e cinismo.
Harlock è studiato come il Batman di Nolan, è un eroe ma deve anche essere un simbolo di libertà per tutti coloro che vogliono tornare a casa, la Terra, anch’essa chiusa in una campana di vetro come ‘pianeta divino e inviolabile’. Ricordate la sigla italiana della serie animata cosa cantava?

il suo teschio e’ una bandiera che vuol dire liberta’
vola all’arrembaggio pero’ un cuore grande ha

Insomma, il film si basa essenzialmente su questa sfumatura del personaggio, anche se sappiamo che l’universo di Harlock è talmente vasto e ampio che un solo film non servirebbe per raccontare tutto, ma nonostante questo difetto criticabile, la figura di Harlock è possente, ogni mossa racconta una storia e ne inizia un’altra, è la luce nel buio dello spazio, partendo dalla sua ‘ciurma’ che si fida ciecamente del suo capitano in ogni avventura.

 Così il film sposta l’attenzione dello spettatore (in special modo quello giovane) su Yama, ragazzo che si arruola con l’inganno sulla nave di Harlock per fermarlo e porre rimedio ad una ferita familiare.
Capitan Harlock è un film che va visto nel mezzo, così si riesce ad apprezzarlo al meglio, perchè la parte iniziale, come quella finale, sono molto deboli in fatto di sviluppo della trama. Non che sia un difetto, ma le motivazioni che portano al tutto sono decisamente poco caratterizzate e poco forti in confronto al romanticismo e al dolore di Harlock.
Realizzazione tecnica più che buona, sequenze di combattimento, sia fisico che spaziale, interessanti che riescono a catturare totalmente l’attenzione dello spettatore, Capitan Harlock non è un prodotto perfetto, ma ha quell’aura di romanticismo che aveva anche il personaggio su carta.
La risoluzione finale giustifica tutta la scelta di mettere al timone Yama invece che Harlock, per tutta la durata del film, perchè come detto sopra, Harlock è un segno, una bandiera di speranza, una guida e solo stando dietro a questo grido di rivoluzione, ogni uomo sarà libero di godere della propria libertà.
La svolta dark criticata purtroppo è da giustificare per cercare di proporre il film alle nuove leve di ragazzi che non hanno mai conosciuto le origini del personaggio, ma esigenze produttive o no, da vecchio ammiratore del pirata spaziale, il film non mi ha deluso.

Non perfetto, ma nonostante la svolta dark, Harlock piace ancora e l’Arcadia è da applausi.

Voto finale: 6,5/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: